La funzione degli oli essenziali

redattore: Franz Niederkofler

Franz Niederkofler

referente Aromaterapia

  • Produttore di oli essenziali e prodotti d‘erbe
  • Titolare dell’azienda BERGILA
  • Diploma di Ragioneria
  • Distillatore di oli essenziali
  • Pranoterapeuta
  • Bionaturopata
  • Corsi di fitoterapia
  • Corsi di aromaterapia e chimica degli oli essenziali
  • Dal 2010 istruttore della scuola per maestro di Aufguss Cron4
  • Relatore di vari corsi con le tematiche: distillazione di oli essenziali , creazione di miscele di oli essenziali, uso corretto degli oli essenziali in sauna.
  • Membro della giuria Internazionale dei campionati mondiali di Aufguss

Gli oli essenziali costituiscono quanto di più raffinato si possa ricavare da una pianta. In essi si

concentrano la personalità l'anima e l'energia vitale delle piante. Si tratta di sostanze sostanze

volatili che evaporano rapidamente diffondendo nell'aria il proprio aroma.

 

Sono sostanze ad alta concentrazione ed è proprio per questo che si differenziano da altri

fitoderivati: in 1 g di olio essenziale si trova mediamente il contenuto di oltre 100 g della pianta

originaria e proprio in ragione di questa altissima concentrazione è un prodotto con potenzialità

benefiche molto forti che lo rendono pregiato e ricercato.

 

La loro consistenza è generalmente fluida più o meno densa e oleosa, alcuni sono incolori altri di

colorazione varia. Si presuppone che le piante utilizzino i loro oli essenziali per "comunicare" con

il mondo esterno: in alcuni casi per attrarre gli insetti impollinatori, in altri per difendersi dai nemici

allontanandoli o distruggendoli.

 

Gli oli essenziali si distinguono per diverse caratteristiche, alcune di queste corrispondono alle

sue vibrazioni chiamate note.

 

Tre tipi di note: note di base, note di cuore e note di testa; in realtà ogni olio essenziale racchiude

in sé le caratteristiche di tutte le note, ma una di esse è dominante.

 

- Note di base: coinvolgono il piano fisico. Sono in genere derivati da legni e/o cortecce, aromi

resinosi, caldi, talora grevi, rafforzano l'equilibrio, placano e rilassano.

- Note di cuore: lavorano sul piano emotivo e sul temperamento. Per lo più si tratta di Oli

Essenziali di fioritura dall'ampia gamma di aromi, da quelli più tenui sino a quelli più acri.

Inducono distensione, disponibilità, rilassamento e sollievo.

- Note di testa: si riferiscono al piano spirituale ed alla sfera intellettuale. Si tratta generalmente di

oli volatili gradevoli all´olfatto. Essi stimolano la concentrazione e sono dotati di effetti benefici

sull'equilibrio mentale.

 

Un bravo Maestro di “Aufguss” è in grado di combinare bene i singoli oli essenziali secondo i loro

effetti e le loro note di base, cuore e testa.

 

Come vengono prodotti?

 

Esistono diversi metodi per estrarre dalle piante gli oli essenziali, la scelta dipende da diversi

fattori ma principalmente dalle caratteristiche della pianta.

 

I principali sistemi di estrazione sono:

- distillazione in corrente di vapore

- distillazione per pressione

- estrazione con anidride carbonica

- estrazione a freddo

 

Gli oli essenziali posseggono proprietà salutistiche di notevole importanza per poterne

apprezzare le potenzialità bisogna imparare ad usare prodotti di elevata qualità, poiché da essa

dipende l'efficacia del trattamento in cui vengono utilizzati. Gli oli essenziali devono essere puri,

naturali, genuini ai 100%.

 

Come agiscono gli oli essenziali?

 

L'alta volatilità delle essenze, il loro diffondersi nell'aria, le mette in relazione con il nostro sistema

olfattivo.

 

Agiscono contemporaneamente su processi fisici, mentali e spirituali e contribuiscono per questo

al raggiungimento di uno stato di benessere completo.

 

- A livello della psiche: L'uso degli oli essenziali da parte dell'uomo è primariamente legato al fattore olfattivo: il loro

aroma si lega ad esperienze e interpretazioni personali creando reazioni psico-fisiche di diversa

natura. Quando i ricettori presenti nelle nostre cavitá nasali individuano le molecole volatili degli

oli essenziali, viene emesso un impulso nervoso che attraverso il nervo olfattivo, raggiunge il

sistema limbico.

- A livello fisico: Gli oli essenziali, sempre tramite il nervo olfattivo ed i messaggi che inviamo attraverso il sistema

limbico, possono anche intervenire su alcuni parametri fisiologici come la termoregolazione, il

sonno, la respirazione, la pressione, nello stesso modo in cui lo fanno i nostri stati d'animo o le

nostre emozioni.

 

Tutti questi aspetti vengono insegnati ed approfonditi durante i corsi di formazione per “Aufguss

Meister” patrocinati da AISA.